LAVORIAMO INSIEME PER I TUOI OBIETTIVI

Business Coaching e Formazione Esperienziale

 

– Supporto Aziende e Professionisti nel cambiamento

– Facilito nuove strategie di azione 

– Aiuto la risoluzione dei conflitti

mi hanno scelta

per collaborare

ISPIRANDO NUOVI PERCORSI

CREANDO SOLUZIONI

 

ORE D'AULA

AZIENDE SODDISFATTE

ORE DI COACHING

COACHEE ASCOLTATI

Chi sono e perché

scegliere me

Chi sono

Da sempre nella e per la Comunicazione tra le persone, per la risoluzione di conflitti, la negoziazione e la vendita. Cresco come ufficio stampa dal 2004, nel 2006 come account manager in un’importante agenzia di Brand, scopro la Formazione ed il Coaching nel 2010.

Da 10 anni ho incontrato molte persone e professionisti e grazie a loro faccio ciò che amo.

Cosa faccio

Facilito processi di apprendimento negli adulti nelle multinazionali, per le Società di Formazione, per PMI, Università e privati/ liberi professionisti. Progetto con creatività non solo per le competenze trasversali, ma anche per argomenti tecnici, così da renderli facilmente assimilabili.

Benefici

Scegliermi significa avere una professionista che lavora con te e per te affinché tu possa trasformare la tua situazione scomoda privata o professionale, nella situazione desiderata.

Come?

Non ho la bacchetta magica! Ho però uno strumento potente come il coaching che, in aula o in sessione privata, ti lascerà sbalordito per come aprirà nuove possibilità nella tua vita.

Nella vita privata o come professionista si può ricostruire l’autostima perduta, risolvere un problema di relazione o finalmente realizzare quel business che è nel cassetto da troppo tempo.

La risposta ad un problema è sempre quella di Mr. Franckestein: si può fare! Facciamolo insieme.

 

I miei cavalli di battaglia

Comunicazione efficace

Risoluzione di conflitti

Costruzione di un feedback a regola d’arte

Gestione del tempo

Vendita: stili e modalità di negoziazione

Gestione del cliente

I clienti dicono di me

Ilaria Apollonio e Laura Maria Rossi - Owner Studio Yama

“Professionista della formazione, donna dotata di ironia e grande sensibilità.

Quando penso ad Antonella, penso all’ X Factor formativo, legato alla sua profonda sensibilità, che le consente di gestire al meglio le dinamiche d’aula, le riflessioni e gli spunti dei partecipanti, ottimizzando l’apprendimento e la crescita individuale”.

Leonardo Frontani - Owner W.I.L.D Learning and Facilitation

“Antonella è una brava facilitatrice del processo esperienziale. Ha ottime capacità di ascolto ed una naturale attitudine al lavoro di gruppo. E’ una persona che impara rapidamente”.

Francesco Gambacorta - Fiel Clerk Automotive ALD

“Antonella è molto brava, competente e professionale nel riuscire a coinvolgere tutti e nel tenere alta la concentrazione  Ho avuto la fortuna di incontrarla oltre che in aula, anche per delle sessioni di Business Coaching. In questa circostanza ho apprezzato le capacità: bravissima nel dialogo e nell’ascolto; decisa, convincente e credibile nel trasmettere nozioni. Sempre sorridente ed aperta al confronto; mi hanno colpito la sua professionalità, la sua umiltà e la sua maturità nel richiedere ed accettare continui feedback”.

Daniele Daclon- Senior Trainer Pfizer

“Lavoro come formatore docente in un’importante azienda multinazionale farmaceutica.

Ho conosciuto Antonella in occasione di un corso di formazione rivolto al nostro personale dipendente e ne ho subito apprezzato le sue doti umane e professionali: una persona sincera, aperta al dialogo, ben disposta verso l’ascolto ed il feedback, con una grande voglia di apprendere e trasmettere…. Una carica di energia all’apparenza ben celata ma pronta ad emergere al momento giusto.

Di recente infine ho potuto apprezzare anche la crescita delle sue competenze sulle tematiche della formazione professionale e del coaching, attraverso alcune giornate di training erogate ai rappresentanti della mia Azienda”.

Elisabetta Gola - Presidente del corso di laurea in Scienze della comunicazione dell'Università di Cagliari

Non avrei potuto imparare da nessun libro ciò che Antonella mi ha mostrato nella pratica: come cambiare la prospettiva, leggere le percezioni, non costruirsi trappole, sapersi chiedere “perché?”

Una coach come Antonella… è per sempre. Son stata fortunata ad incontrarla

BLOG

COACHING

Cos’è il Coaching? È lo strumento che lavora sul potenziamento delle competenze già esistenti e sul cambiamento di azioni durature nel tempo. Ti è utile per andare da dove sei a dove vuoi essere, grazie a degli apprendimenti che permettono di cambiare il tuo punto di vista sugli eventi.

BUSINESS COACHING

Rivolto a manager e professionisti, il Business Coaching è riconosciuto come lo strumento efficace per lo sviluppo delle potenzialità ed il raggiungimento di obiettivi e risultati in modo rapido e duraturo. Si parla di Executive Coaching perché rivolto a figure strategiche e/o apicali nell’Organizzazione. Le competenze sviluppate sono comunque quelle trasversali.

LIFE COACHING

Si chiama life coaching e si riferisce alla crescita, allo sviluppo, ad un cambiamento personale. Come suggerisce la definizione di life coaching non si tratta di una terapia e non può sostituirsi a questa. 

Che differenza c’è tra Life e Business Coach? Posso applicare il modello da me appreso sia al professionale che al privato, infatti non c’è differenza nei contenuti, quanto nei contesti. Gli argomenti, i nodi da sciogliere, le difficoltà da superare, gli obiettivi da raggiungere sono le stesse nelle due situazioni. Che sia autostima personale o professionale, desiderio di cambiare vita/lavoro, realizzare un sogno, comunicare diversamente a casa/ a lavoro, organizzare il tempo.

COACHING ON THE JOB

Il Coaching on the Job è solitamente scelto per i venditori, gli Area Manager, i collaboratori/team al fine di osservarne i comportamenti durante l’orario di lavoro, cogliere fatti inefficaci o inefficienti, modalità di azione e competenze da sviluppare, oltre che restituire feedback di rinforzo  su tutto quello che invece funziona. Il Coaching oh the Job dunque è uno strumento potentissimo di osservazione al fine di restituire feedback mirati e basati su fatti appena accaduti, oltre che offrire l’opportunità di individuare cosa serve all’azienda/società nel breve, medio e lungo termine.

PROBONO

In questa sezione trovate ciò che faccio per privati o associazioni come volontariato.

Sono dell’idea che senza ostentare, se si fa qualcosa di sano, farlo sapere può generare fiducia nella Comunità, desiderio di emulazione e senso di possibilità di contribuire con gli strumenti che si hanno a disposizione.

Del resto non so cucinare per più di 4, né ho possibilità di andare per strada di notte a distribuire pasti o fare primo soccorso. Però so progettare per la Formazione e Coaching e per le Associazioni di ricollocamento, o per gli studenti o professionisti che hanno difficoltà economiche reali, credo di poter contribuire a fare chiarezza sui nuovi step da fare.

Seguitemi, vi farò scoprire realtà meravigliose di associazioni che nel concreto aiutano chi ha bisogno di rimettersi in gioco, di ricominciare a vivere e lavorare con dignità.

Se vuoi informazioni, contattami, troveremo una strada nuova.

Domande?

Ho raccolto qui le domande che mi vengono fatte più spesso. Se la tua domanda non dovesse essere tra queste,  contattami per avere maggiori informazioni!

Mi serve la Formazione o il Coaching?

La formazione in ambito competenze manageriali (soft skills) ti serve quando hai bisogno di: avere informazioni; approfondire un tema conosciuto; integrare punti di vista e modalità di efficacia ed efficienza di azione; quando hai anche bisogno di essere guidato da solo o in gruppo da 3 a X ore in un processo di apprendimento che ha un progetto strutturato, con obiettivi condivisi, un progetto che ti dà informazioni e ti fa fare attività/ esercizi per imparare il sapere ed il saper fare. FARE FORMAZIONE è molto di più di questo: contattami per un approfondimento. 

Hai bisogno di coaching quando vuoi apprendere sì delle competenze, ma non sei guidato da un Trainer come in aula, che ti dà anche delle risposte/informazioni, quanto ti fa domande perché tu trovi le risposte che già hai. Inoltre questo strumento ti aiuta a: eliminare la confusione e fare ordine, ad organizzarti le attività, a risolvere conflitti, a realizzare un piano di azione per realizzare il progetto che hai nel cassetto. Col coaching avrai delle nuove strategie di azione che ti permetteranno di sapere, saper un nuovo fare e soprattutto saper Essere.

Cos'è il Coaching?

 È lo strumento che ti può essere utile per andare da dove sei a dove vuoi essere, grazie a degli apprendimenti che ti consentono di cambiare il punto di vista sugli eventi.

La parola deriva dall’inglese e significa carrozza, come mezzo di spostamento. Nel coaching il cliente/coachee che vuole potenziare le sue competenze, attuare un cambiamento duraturo nel tempo, una trasformazione nella propria vita, raggiungere un obiettivo professionale, realizzare un sogno nel cassetto, prendere una decisione, diradare la nebbia della confusione, risolvere un problema personale non di carattere patologico/clinico si può rivolgere ad un coach.

Cosa può fare per me il Coach?

Il Coach lavora sul potenziamento delle competenze già esistenti e sul cambiamento di azioni durature nel tempo. Il Coach non è impegnato con il raggiungimento dell’obiettivo del coachee, perché quello deriva dalla motivazione e dall’impegno del coachee stesso. Il Coach è infatti impegnato con l’impegno che il Coachee metterà nel cambiare l’azione che oggi non funziona con una che funziona. E non sarà il coach a dire l’azione, ma il coachee durante il percorso.

Che differenza c’è tra Formazione Esperienziale d’aula e outdoor?

La facilitazione d’aula vede il gruppo di partecipanti interagire attraverso delle small techniques, dei giochi, delle attività che permettono di osservare i loro comportamenti mentre giocano per poi farli riflettere su quali di questi attivano anche a lavoro e non sono efficaci/efficienti. 

La formazione esperienziale outdoor porta i partecipanti fuori dal proprio contesto professionale, offre loro un momento di formazione in cui si impiega la metafora a seconda degli obiettivi e risultati che si vogliono raggiungere. Per la leadership di Area Manager, ad esempio si userà il golf, o il tiro con l’arco, il cavallo; per la squadra potremmo usare la barca a vela o altre attività che facciano vivere un’esperienza al partecipante, osservando sempre i proprio comportamenti e spostando successivamente lo sguardo verso il suo modus operandi a lavoro. Si attiva la riflessione, si trae consapevolezza, si attiva un piano di azione per cambiare comportamenti inefficaci o inefficienti.

A cosa serve il coaching on the job in azienda?

Il Coaching on the Job è solitamente scelto per i venditori, gli Area Manager, i collaboratori/team al fine di osservarne i comportamenti durante l’orario di lavoro, cogliere fatti inefficaci o inefficienti, modalità di azione e competenze da sviluppare, oltre che restituire feedback di rinforzo  su tutto quello che invece funziona. Il Coaching oh the Job dunque è uno strumento potentissimo di osservazione al fine di restituire feedback mirati e basati su fatti appena accaduti, oltre che offrire l’opportunità di individuare cosa serve all’azienda/società nel breve, medio e lungo termine.

Iniziamo qualcosa di buono e sostenibile insieme

E-mail

brogi.antonella@gmail.com

Skype

antonellabrogi

Mobile

(+39) 351 888 6569