Archivi categoria: Qualità ISO9001

Calcolare la Priorità come il Rischio nella Sicurezza?

il tempoLeggo in giro, per social net e riviste. Pare che di Tempo e Gestione del Tempo non si finisca mai di parlarne e di impararne. Dalle apps sul telefono, connesse ai computer, ai calendari di carta (intramontabili per quanto mi riguarda. Retaggio di nonna: verba volant, scripta manent. E anche i cellulari a volte volant..motivo per cui la carta non la mollo)

In queste ultime due settimane sono stata a Padova per mettere in pratica oltre un anno di lavoro e progettazione. Next Academy, metodo che unisce la facilitazione esperienziale d’aula ad argomenti tecnico-normativi come Sicurezza e Qualità. 

Io non sono un tecnico e nonostante facilitassi le attività ed alcuni momenti di debriefing con Formatori Tecnici Sicurezza ho ascoltato ed appreso, rilevando alcuni collegamenti tra Sicurezza e Comportamentale, materie lontane per contenuti ma di fatto complementari.

Durante il corso “Rischio Alto Specifico”, ho rispolverato dal mio Master il calcolo della valutazione dei rischi, dato dalla formula:

Rischio = Probabilità x Danno

Di seguito il grafico che permette di calcolare l’effettivo rischio in un ambiente di lavoro.

Rischio e Priorità

Nell’osservare la tabella noto una certa somiglianza con la matrice di Eisenhower, che vede la divisione in quadranti per ordine di importanza ed urgenza e grazie alla quale è possibile individuare se un’attività va fatta subito, pianificata o delegata.

Mi son chiesta spesso: sulla base di quali domande una persona colloca un’attività da fare in uno dei 4 quadranti? A percezione personale? 

Già in un altro post avevamo visto la matrice urgenza/ importanza

UrgenteImportante

Mi chiedo se la formula della valutazione del rischio non possa essere anche applicata a questa matrice, dove si avrà:

Priorità= Urgenza x Importanza

Per coloro che hanno una mente matematica, a dispetto della mia (palesemente linguistica) secondo voi, la similitudine c’è ed il calcolo funziona?

Lo proverò in questa settimana e vi saprò dire..

buon lavoro a tutti.

Annunci

Esperienziale, Sicurezza e Qualità. Si può fare.

si_pu_fareDicevano che non si poteva fare.

La formazione esperienziale è per le competenze comportamentali. Applicarla ad argomenti come la Sicurezza o la Qualità ISO 9001 non è possibile.

E invece.

Il post di oggi è un po’ promozionale, in cerca di soddisfazione, di feedback per un lavoro durato oltre un anno e mezzo. Oggi nasce Next Academy.

Non vi racconto molto ora. (visitate il sito per scoprire altro.. www.nextacademy.it)

Solo che anche il sito crescerà, cambierà col tempo popolandosi di contenuti, così come crescerà la Community dell’Accademia, rivolta alle Persone.

Sono stata in aula, con Nicola Corsano e Alessandra Marconato venerdì e sabato scorsi, e così i prossimi, a Padova.

Abbiamo sperimentato la facilitazione esperienziale d’aula applicata al corso generale lavoratori ed al corso rischio basso. E mi sto rimettendo a studiare. 

Una soddisfazione importante e per la quale sono riconoscente, oltre che a loro, a chi mi ha supportato, sopportato e seguito in questa idea.

Avevo progettato quei corsi molti mesi fa per un trainer tecnico, senza riuscire mai ad esserci durante l’erogazione. Finalmente ho ascoltato i partecipanti dirsi sorpresi di essere così coinvolti nelle attività proposte. E siamo solo all’inizio.

A breve partiranno anche i corsi per la formazione finanziata per la Cultura della Qualità ISO 9001 nelle Aziende con Luca Malagrida di M&D Consulenza.

Fateci sapere cosa ne pensate.. e potremo dire a chi ripete talvota che non è possibile..

SI PUO’ FARE!