Bugia o Verità?

la verità la bugiaSono una divoratrice di Serie tv, americane ed inglesi via streaming. In attesa che escano le migliori del 2014 ho ceduto al famoso Dottor House che mai mi aveva catturata per alcune immagini per stomaci forti.

E’ un po’ di tempo che penso anche di inserire le serie tv nelle mie riflessioni sulla comunicazione, sulle dinamiche di gruppo, di leadership, negoziazione, sul concetto di fiducia ed altro ancora. Ci sono spunti interessanti.

Il dottor House, ad esempio, ripete sempre una frase: Everybody lies– tutti gli uomini mentono.” 

E allora mi sono chiesta: comunicazione e bugie?

Se è vero che una delle abilità su cui si basa la comunicazione è quella di generare fiducia, intesa come giudizio basato su competenza, coerenza e sincerità, cosa accade quando nella comunicazione si immette una bugia?

Cosa è una bugia? Per chi mi segue da tempo, torno a citare nonna che avrebbe detto..: prendi il dizionario etimologico bimba..

Bugia: bauzia, in francesce: boise, ossia astuzia, Bausì: malvagità; Bauscia: falsità, inganno, cattiveria.

La bugia appare come uno strumento utile: è ciò che vorremmo fosse accaduto, ciò che vorremmo che fosse per gli altri che ci osservano, è la vergogna della verità, la paura di un altro giudizio, l’incapacità di gestire le conseguenze.. appare, la bugia, come il mezzo per ottenere una cosa che altrimenti crediamo non ci verrebbe concessa, o che ci salva la faccia.

A cosa serve?

A proteggere un segreto, a nasconderci dagli altri e a noi stessi, serve a farci scoprire, a farci lasciare e semplificare le cose, serve a farci ascoltare.

Quando diciamo una bugia?

Quando non siamo sicuri di noi stessi, della verità che abbiamo da offrire o pensiamo che non basti, quando non vogliamo mostrare il fianco pensando che questo possa renderci vulnerabili, o ci mostri per gli umani che siamo.

Esistono i colori delle bugie?

Le famose bugie bianche. Personalmente nella comunicazione non individuo colori per le bugie. Ci sono quelle vendute a fin di bene, e ..non certo per chi le ascolta. E allora cade la fiducia. E’ ciò che si racconta chi le racconta. Pensa che l’interlocutore non sia in grado di reggere la verità. Ma chi le dice, è in grado di dirla e gestire le conseguenze? Cosa spinge a preferire di gestire le conseguenze di una bugia, piuttosto che quelle della verità? E quali altre conseguenze si generano nella relazione, sia essa professionale che personale, con una bugia?

Se si è così bravi a credere che chi ascolta non regge la verità, come si sentirà quando scoprirà la bugia?

Per evitarle, potremmo sempre provare a dire..: la reggi la verità? Perché io ora non sono in grado di dirla..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...